Vivaldi Variations - Rieti - 19 gennaio


Vivaldi Variations - Rieti - 19 gennaio
Vivaldi Variations
Teatro Flavio Vespasiano - Via Giuseppe Garibaldi, 263, Rieti - Lazio

Categorie: Danza
Tipo: Danza

Quando
19 gennaio 2020 18:00

Prezzo: 16€
───────── pubblicità ─────────
contenuto bloccato, accetta i cookie per visualizzarlo
───────── pubblicità ─────────

Vivaldiana
Coreografie Mauro Astolfi
Musiche Antonio Vivaldi
Con Spellbound Contemporary Ballet
Disegno luci & Set Concept Marco Policastro
Costumi Mélanie Planchard
Assistente alla coreografia Alessandra Chirulli
Durata 47’

Le stagioni
Coreografie Jean Guillaume Weis & Danzatori
Musiche Antonio Vivaldi
Con Spellbound Contemporary Ballet
Disegno luci Marco Policastro
Set concept e Costumi Mélanie Planchard
Assistente alla coreografia Alessandra Chirulli
Durata 45’

Spellbound Contemporary Ballet & Orchestre de Chambre de Luxembourg
Produzione: Spellbound, Les Théâtres de la Ville de Luxembourg, Orchestre de Chambre de Luxembourg con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali
in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia in Lussemburgo e cult!ur partner, c/o Norddeutsche
Konzertdirektion Melsine Grevesmühl GmbH

La data
19 gennaio Rieti, Teatro Flavio Vespasiano

Acquista il Biglietto

Jean-Guilaume Weis
Ballet Contemporain de Bruxelles 1985-1988, Mark Morris Dance Group (Bruxelles e New York) 1988-1993, Pina Bausch Tanztheater-Wuppertal 1994-1997, danzatore ospite al Tanzthater Basel, Joachim Schlömer. Dal 1998 ad oggi Dance Theatre Luxembourg.
Dal 1983 al 2002 ha ballato in numerose rappresentazioni di repertorio e non, rappresentate in tutto il mondo. Dal 1998 danza, si esibisce e coreografa principalmente per Jean- Guillaume Weis Dance People e appare come artista ospite in altre manifestazioni di danza, cinema, teatro e performing art. Insegna regolarmente classico e moderna dance al Conservatorio di Lussemburgo, nelle scuole di danza e progetti di sviluppo nelle scuole superiori e Università. Collabora inoltre alla messa in scena e alla coreografia per opere teatrali e film.
Dal 1998, Weis ha creato circa 25 lavori tra produzioni a serate e short time.
Medaglie e premi: Chevalier de l’Ordre du Mérite du Grand-Duché de Luxembourg (2015) e Jugendpreis IKB per il Balletto a 19 anni nel 1986. Sul piano dell’insegnamento: Balletto Saarbrücken, HJS Amsterdam, ArchiTanz Tokyo, BAC New York, Conservatoire de la Ville de Luxem- bourg, Danzschoul Wellenstein, Centre de création chorégraphique du Luxem- bourg, a.o.
Residenze: Baryshnikov Arts Center, Centre chorégraphique de Caen, Centre de création chorégraphique luxembourgeois...
Il lavoro: Le varie produzioni originali di Jean-Guillaume Weis esplorano la danza e la tradizione corografica e il concetto di teatro danza e ridefinisce la sua forma e la sua sostanza. Il risultato è una ricerca sperimentale che produce diversi lavori in un intenso flusso coreografico e teatrale, con un focus specifico sulla diversità artistica e che coinvolge occasionalmente diversi linguaggi estetici e multimedia. Le produzioni di Jean-Guillaume fondono il rispetto per la tradizione con l’esigenza dimettere in discussione i codici e le radici della danza di oggi, ponendo domande sul subconscio e sulle sfaccettature immaginarie delle questioni contemporanee.

Orchestre de Chambre de Luxembourg
Da trentasette anni, grazie all’instancabile energia e determinazione del suo fondatore e mentore, il Maestro Joseph Groben, oltre al costante sostegno del Ministero della Cultura e dei suoi partner, l’orchestra ha avuto il privilegio di esibirsi in numerose occasioni, accompagnando prestigiosi solisti e grandi cori; l’orchestra è anche ambasciatrice ufficiale del Granducato di Lussemburgo all’estero.
La lunga esperienza maturata negli anni dall’Orchestre de Chambre du Luxembourg le ha conferito tutti i punti di forza che le consentono oggi di continuare le sue missioni, ma anche - e soprattutto, attraverso il lavoro rigoroso e l’impegno costante di ciascuno dei suoi membri - di aprire nuove strade, percorrendo strade ardite nelle stagioni a venire, e di impegnarsi a continuare l’ intenso sforzo per raggiungere un pubblico eterogeneo ed esigente, sia in Lussemburgo che a livello internazionale.
La formazione camerale, flessibile in termini di numero di membri che partecipano ad ogni spettacolo, è pienamente determinata a condividere con il pubblico la ricchezza dei modi di espressione musicale del nostro tempo. La collaborazione attiva con artisti di una serie di orizzonti musicali molto diversificati, tra cui jazz, world music, world music e varietà, insieme a nuovi approcci con forme espressive differenti (teatro, danza, multimedia e altro ancora) apportano contributi artistici formidabili che alimentano quello che è sempre stato e rimarrà il repertorio orchestrale tradizionale: opere barocche, classiche, romantiche e contemporanee e, soprattutto, prime esecuzioni di compositori lussemburghesi.
L’ensemble ha raggiunto negli anni un picco di eccellenza, frutto del lavoro continuo dei loro principali direttori d’orchestra, come David Reiland, Nicolas Brochot e Pierre Cao, solo per citare i più recenti.
Oggi Jean Muller è alla direzione artistica dell’orchestra, che suona sotto la direzione del suo vertice Florian Krumpöck.
L’OCL è in residenza al Kin neksbond di Mamer.
Sua Altezza Reale il Principe ereditario Guillaume detiene l’Alto Patronato dell’Orchestre de Chambre de Luxembourg.

Les Théâtres de la Ville de Luxembourg
L’eclettica programmazione dei Théâtres de la Ville cerca di rappresentare tutto ciò che viene suonato, cantato e danzato sul palco con la massima qualità e rispondere alle esigenze di un pubblico in continua crescita. Con un programma incentrato sulla qualità e la diversità, i Théâtres de la Ville si sono guadagnati negli anni una solida reputazione con i loro partner internazionali e hanno potuto stabilire collaborazioni con molte altre prestigiose case di produzione e programmazione e festival. I Théâtres de la Ville hanno l’obiettivo di alimentare la vitalità creativa della scena nazionale, coinvolgendo attivamente i talenti locali nelle coproduzioni internazionali.
Inoltre, sono stati compiuti notevoli sforzi per consentire ai progetti locali di girare all’estero alimentando costantemente partnership con altre sedi europee. Questa strategia di fusione tra creazioni “domestiche” e coproduzioni internazionali ha permesso al Grand Théâtre e al Théâtre des Capucins di aumentare la visibilità del Lussemburgo sia nella Grande Regione che in tutta Europa, e ha anche permesso a giovani artisti lussemburghesi di lavorare a livello internazionale promuovendoli al di là delle frontiere, grazie agli ottimi rapporti con i loro partner.

La data
19 gennaio Rieti, Teatro Flavio Vespasiano

Acquista il Biglietto

contenuto bloccato, accetta i cookie per visualizzarlo

Mosra mappa