Il segreto - Firenze - 6 ottobre


Il segreto - Firenze - 6 ottobre
Fabbrica Europa
Palazzina Ex Fabbri - Piazzale delle Cascine, 4/5/7, Firenze - Toscana

Categorie: Danza
Tipo: Danza

Quando
06 ottobre 2020

Prezzo: Intero: 7€ - Ridotto: 5€
───────── pubblicità ─────────
contenuto bloccato, accetta i cookie per visualizzarlo
───────── pubblicità ─────────

Annamaria Ajmone - Marta Capaccioli - Lucrezia Palandri

A ogni replica il solo è interpretato da una diversa performer
ore 19:00 Annamaria Ajmone
ore 20:00 Lucrezia Palandri
ore 21:00 Marta Capaccioli

Il Segreto è un’azione coreografica con tre macchine sonore rotanti, Rose Spinner, immaginate e realizzate con Francesco Cavaliere.
Il Segreto e la sua pratica, messa in scena da un/una performer o più performer, svela nel celare: uno dei sintomi più crudi dell’istinto umano. In un ecosistema geograficamente prossimo, aperto, terreno, indeterminato, multi tempo, si alternano elementi organici e inorganici, umani ed extraumani, creature capovolte e rose del deserto.

Per Fabbrica Europa 2020, Il Segreto viene presentato in forma di tre assoli, danzati da Annamaria Ajmone, Lucrezia, Palandri, Marta Capaccioli.

Il Segreto è parte del progetto NO RAMA, ideato e creato con Marta Capaccioli, Francesco Cavaliere, Jules Goldsmith, Lucrezia Palandri, Giulia Pastore.

Annamaria Ajmone è danzatrice e coreografa. Al centro della sua ricerca c’è il corpo inteso come materia plasmabile e mutevole capace di trasformare spazi in luoghi creando parallelismi e sovrapposizioni temporali. Come coreografa ha presentato i propri lavori in numerosi festival di danza, teatro e performing art, musei, gallerie d’arte e spazi atipici. Nel 2015 vince il premio Danza&Danza 2015 come “miglior interprete emergente-contemporaneo”. È tra gli organizzatori di Nobody’s Business in Italia, piattaforma di scambio di pratiche tra artisti. È attualmente artista associata a Triennale Milano Teatro.
Francesco Cavaliere è artista visivo e musicista. Le sue opere hanno la capacità di animare gli stati interiori dello spettatore in un viaggio immaginativo popolato da presenze effimere, fenomeni generati dal vetro, minerali e voci registrate con tecnologie analogiche. Tra le collaborazioni: Leila Hassan col duo Sea Urchin, Marcel Türkowsky, Elisabeth Kirche. Ha presentato i suoi lavori in diversi musei tra cui Museum of Contemporay Art, Lucerna, il MOT Museum of Contemporary Art di Tokyo e il Grimmuseum di Berlino. Ha pubblicato il doppio LP ”Gancio Cielo” con Hundebiss records, per cui ha curato anche il progetto online ”Musica Virtuale”, “Doro Bengala” con Presto!?; e con Sea Urchin l’album ”Yaqaza” per Kraak rec.

Acquista il Biglietto

ogni biglietto vale uno spettacolo

contenuto bloccato, accetta i cookie per visualizzarlo

Mosra mappa