Cavalleria rusticana - Taormina - 1 agosto


Cavalleria rusticana - Taormina - 1 agosto
Cavalleria rusticana
Teatro Antico - Via Teatro Greco, Taormina, Messina - Sicilia

Categorie: Opera
Tipo: Concerto

Quando
01 agosto 2020 21:30 - 01 agosto 2020
Apertura porte:20:30

Prezzo: a partire da: 26.50€
───────── pubblicità ─────────
contenuto bloccato, accetta i cookie per visualizzarlo
───────── pubblicità ─────────

Festival Lirico dei Teatri di Pietra

CAVALLERIA RUSTICANA di Pietro Mascagni
Nuova Produzione del Festival Lirico dei Teatri di Pietra
in coproduzione con la Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana

Maestro Concertatore e Direttore FRANCESCO DI MAURO
Maestro del Coro Francesco Costa
Regia, scene e costumi SALVO DOLCE
Santuzza – Elena Lo Forte
Turiddu – Angelo Villari
Alfio – Alberto Mastromarino
Lucia – Maria Motta
Lola – Leonora Sofia
Orchestra Sinfonica Siciliana
Coro Lirico Siciliano
Gioielli di scena di Davide Brancato S.

Disegno luci Gabriele Circo Un evento unico al Teatro Greco di Taormina: tra le vetuste pietre risuoneranno le immortali, struggenti e appassionate musiche composte da Pietro Mascagni per un autentico capolavoro dell’opera: Cavalleria Rusticana.
Opera in un atto (ispirata all’omonimo dramma di Giovanni Verga), Cavalleria Rusticana, rappresenta una felice sintesi tra tradizione e innovazione.
A Vizzini un mattino di Pasqua il giovane Turiddu, prima di partire per il servizio militare, giura il suo amore a Lola che dopo un anno si sposa con Alfio, il carrettiere del paese. Così egli, ritornato dalla leva, corteggia Santuzza che poi trascura per sorvegliare l’abitazione di Alfio, che è andato al lavoro, nella speranza d’incontrare Lola.
Santuzza – però – preoccupata da ciò cerca Lucia, la madre di Turiddu, e le racconta tutto. All’arrivo di Turiddu tra i due giovani scoppia una lite, che al passare di Lola finisce perché Turiddu la segue mentre si avvia in chiesa. Santuzza offesa decide di vendicarsi dicendo ad Alfio di ritorno dal lavoro che Lola l’ha tradito.
Finita la messa, Turiddu offre da bere agli amici all’osteria della madre; offre un bicchiere anche ad Alfio, il quale lo rifiuta, e gli morde l’orecchio sfidandolo a duello.
Prima di recarsi alla sfida mortale, Turiddu saluta la madre Lucia e le chiede di avere cura di Santuzza, il duello finisce con le grida di una popolana che annuncia la morte di Turiddu.

Acquista il Biglietto

contenuto bloccato, accetta i cookie per visualizzarlo

Mosra mappa