Bruna è la notte - Montecatini - 18 novembre


Bruna è la notte - Montecatini - 18 novembre
Bruna è la notte - locandina
Teatro Verdi - Viale Giuseppe Verdi, 45, Montecatini Terme, Pistoia - Toscana


Categorie: Teatro
Tipo: Teatro

Quando
18 novembre 2021 21:00

Prezzo: 20€
───────── pubblicità ─────────
contenuto bloccato, accetta i cookie per visualizzarlo
───────── pubblicità ─────────

In un mondo fatto di “Like” e di ricerca ossessiva di visualizzazioni, un personaggio come Bruna stona. Stona il suo aspetto poco rassicurante, la sua voce roca, la sua sigaretta sempre accesa. Perché a lei non interessa piacere, né essere simpatica. Ma è proprio per questo che tutti la amano.

Cantante di serie B, ha passato la propria gioventù fra balere della Versilia, conosce barzellette sconce e versi della Merini a memoria che sciorina una dietro l’altra, come se fossero parte della stessa frase. E canta. Canzoni mai sentite, bellissime. Così tanto belle da chiedersi: “come è possibile che non l’abbia mai sentite?”.

Accompagnata al pianoforte dal suo fedele musicista sa portare il pubblico dalla risata grassa alla lacrima nel giro di pochi istanti. Come solo le grandi anime sanno fare.

Dal suo debutto – nel Novembre 2014 – Bruna non si è mai fermata: e c’è chi torna e ritorna a vederla, ascoltarla, conoscerla. Questo è la vera cartina al tornasole di uno spettacolo: lo spettatore che torna per vedere ciò che ha già visto ma del quale non è mai sazio, perché il mondo del personaggio gli è ancora oscuro e affascinante.

Riccio ci ha abituati ogni volta a delle trasformazioni camaleontiche, ma con Bruna ha raggiunto un livello così altro di metamorfosi da rendere impossibile riconoscere lui in quel corpo grasso e sfatto.
Gherardo Vitali Rosati scrive su IL CORRIERE FIORENTINO; “Riccio rivela ottime doti canore e sembra realmente trasformato nella sua protagonista…”.

Le canzoni – pescate dai vecchi repertori di Pasolini, Carpi, Bixio, e altri grandi compositori e poeti – sono state scelte proprio per distruggere la continua abitudine ad ascoltare solo grandi successi, rendendo pigra la mente e l’orecchio.

Alberto Becucci e Alessandro Riccio nuovamente insieme sul palco in un duo affiatato, alchemico, perfetto.

Molti chiedono il perché della scelta di luoghi un po’ fuori mano e poco appariscente come location dello spettacolo: Circolini Arci, salette di locali dismessi, retro di teatri. “Non poteva essere altrimenti – risponde Riccio – quando si entra lo spettacolo è già iniziato ma il pubblico se ne renderà conto solo alla fine. Perché la poesia può essere ovunque.”

La riflessione di TOMMASO CHIMENTI su IL FATTO QUOTIDIANO chiosa perfettamente: "Bruna ci racconta il dramma, sempre con ostentata nonchalance, con provocatoria indifferenza e supponenza, di milioni di donne in giro per il pianeta costrette a dare il proprio corpo per denaro, sotto minaccia, costrizione, per poter vivere o sopravvivere, resistere un giorno in più."

Acquista il Biglietto

contenuto bloccato, accetta i cookie per visualizzarlo

Chiudi mappa